Raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata

Tumore alla prostata come si cura

Camminando utile per prostatite

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile. Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi [1], [2], ecc.

Sono link cliccabili per questi studi. Il concetto di "qualità della vita" è strettamente correlato alla definizione di salute adottata dall'Organizzazione mondiale della sanità. Nella sua struttura, sono considerati non solo gli aspetti fisici, ma anche mentali e sociali della vita umana. In un quadro medico più ristretto, viene utilizzato il concetto di raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata della vita correlata alla salute" che non affronta i fattori culturali, sociali o politici e consente di concentrarsi sull'impatto della malattia e sul suo trattamento sulla qualità della vita del paziente.

Tutte queste componenti formano una rappresentazione personale del paziente sulla sua malattia, a volte diversa dalla visione del medico. La pratica mostra che l'assenza di deviazioni registrate strumentalmente raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata toglie l'importanza della percezione soggettiva del paziente e non sempre corrisponde a quest'ultima.

La complessità della scelta del metodo di trattamento del carcinoma prostatico localizzato è spiegata dalla mancanza di studi comparativi randomizzati sui tre metodi principali: RPE, radioterapia remota e brachiterapia.

Oltre a studiare l'efficacia di ciascun metodo, è importante valutare il loro impatto sulla qualità della vita dei pazienti, poiché spesso serve come fattore chiave nella selezione di una specifica strategia di trattamento. Utilizzando il questionario 5P ha mostrato i vantaggi della prostatectomia radicale prima della radioterapia a distanza e della brachiterapia.

Durante il primo mese, vi è una significativa diminuzione dell'indicatore di qualità della vita che caratterizza un periodo postoperatorio più grave, ma dopo 4 mesi si nota che è aumentato al livello iniziale. Va notato che la QOL di riferimento nei pazienti sottoposti a RP era punti in più rispetto agli altri gruppi. Nonostante la bassa incidenza di complicanze postoperatorie, la brachiterapia è considerata il metodo meno favorito in termini di impatto sulla qualità della vita.

In confronto con il gruppo di controllo pazienti senza trattamentodopo brachiterapia, disturbi urinari sintomi irritativi e diminuzione della velocità di svuotamentosono state osservate funzioni sessuali, disturbi del tratto gastrointestinale. Quando si applica la radioterapia a distanza, i segni di danni da radiazioni dell'intestino vengono raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata ribalta: diarrea, sanguinamento, ostruzione.

Spesso si verifica un danno al retto: spesso si osserva l'incontinenza delle feci a causa di danni da radiazioni ai nervi che innervano lo sfintere anale. Lo stesso meccanismo è alla base dello sviluppo della disfunzione erettile. I pazienti sottoposti a prostatectomia radicale mostrano incontinenza e disturbi sessuali, ma in generale, la qualità della raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata è considerata la più alta dopo il trattamento chirurgico.

Attualmente, rimane aperta la questione della necessità di una terapia ormonale neoadiuvante prima di RPE in pazienti con PCa raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata. Numerosi studi hanno dimostrato che l'uso della terapia ormonale neoadiuvante non aumenta l'aspettativa di vita e non riduce significativamente il rischio di recidiva dopo l'intervento chirurgico.

Allo stesso tempo, il suo uso a lungo termine più di 6 mesi porta a una diminuzione della qualità della vita, al deterioramento del benessere generale, allo sviluppo delle maree, alla diminuzione della libido e alla funzione sessuale.

Inoltre, il trattamento con trilentelina aiuta a ridurre la perdita di sangue intraoperatoria. È importante notare che la nomina di triptorelina in un breve ciclo non causa una diminuzione significativa della libido e della funzione sessuale, i pazienti lo trasferiscono facilmente.

Inoltre, l'uso di tryptorelin consente di ritardare l'operazione senza il rischio di progressione della malattia e di scegliere il momento più opportuno per farlo. La decisione sulla nomina di un corso lungo è presa su base individuale.

È indicato ad alto rischio di diffusione locale del tumore. La terapia con antiandrogeni crea buone condizioni per lo sviluppo di cellule resistenti, che alla fine occupano la maggior parte del tumore. Ovviamente, nello sviluppo della stabilità, il ruolo chiave è giocato dalla violazione della trasmissione del segnale attraverso i recettori degli androgeni.

Possibili mutazioni dei recettori degli androgeni che influenzano l'espressione dei geni che li codificano e la sensibilità dei recettori ai ligandi. Tuttavia, tali mutazioni si trovano solo nella parte delle cellule tumorali, ed è quasi impossibile correlare tutti i casi di resistenza alla terapia ormonale con loro. I fattori di crescita delle proteine svolgono un ruolo importante nella progressione del tumore. Il fattore di crescita epidermico aumenta notevolmente la proliferazione dell'epitelio e dello stroma prostatico.

È attivamente prodotto dal tumore e agisce come stimolante della crescita paracrino. Con la resistenza alla terapia ormonale, aumenta l'importanza della stimolazione autocrina e questa proteina supporta la crescita tumorale incontrollata. I tumori resistenti alla terapia ormonale PCa ormone-indipendente, ormone-indipendente o androgeno-indipendente costituiscono un gruppo molto eterogeneo e la prognosi è diversa.

Esistono due livelli di resistenza alla terapia ormonale. Nei pazienti raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata predominanza di metastasi extraostali, la prognosi è generalmente peggiore rispetto ai pazienti con metastasi ossee, pertanto non esiste un'opinione inequivocabile sulla valutazione dell'efficacia della terapia ormonale. Infine, nei pazienti con PCa è difficile stabilire la causa della morte, quindi è auspicabile considerare la sopravvivenza globale piuttosto che il rischio di morire di tumore.

A volte l'effetto del trattamento viene valutato dalla dinamica del livello di PSA, sebbene non vi siano criteri di remissione singoli l'entità e la durata della riduzione del PSA. La dinamica del contenuto del PSA consente di valutare rapidamente l'efficacia dei nuovi farmaci. I dati sull'adeguatezza della valutazione della remissione a livello di PSA sono contraddittori, a volte il trattamento causa forti fluttuazioni nel livello di PSA, che indica l'effetto transitorio dei farmaci sulla produzione di PSA.

Pertanto, al fine di concludere circa l'efficacia del farmaco in termini di dinamica del contenuto di PSA, è necessario sapere in che modo influisce sulla produzione di PSA, oltre a tenere conto di altri dati clinici.

Nonostante queste limitazioni, è stato dimostrato che una diminuzione del livello iniziale di PSA di un fattore due o più aumenta significativamente la sopravvivenza. Sono noti i fattori di previsione molecolare ad es. Per ridurre il dolore associato alle metastasi nell'osso, è possibile valutare l'effetto palliativo del trattamento.

Sempre più criteri soggettivi vengono utilizzati per valutare l'effetto terapeutico. Raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata studi clinici devono includere un numero sufficiente di pazienti per utilizzare criteri chiari per l'efficacia e considerare ciascuno di loro separatamente ad esempio, per combinare remissione parziale o completauna valutazione delle dinamiche dell'uso PSA solo in combinazione con altri parametri, e in pazienti che hanno sintomi della malattia per determinare la qualità della vita.

Resistenza alla terapia ormonale significa crescita del tumore sullo sfondo della castrazione. Di solito l'effetto della terapia antiandrogen continua è piccolo. Non ci sono dati chiari sull'aumento della sopravvivenza con un trattamento prolungato, tuttavia, in assenza di studi randomizzati, dovrebbe essere raccomandata una terapia anti-apoptosi permanente, poiché il suo possibile beneficio è maggiore dell'incidenza e della gravità degli effetti collaterali.

La terapia ormonale con la progressione del processo sullo sfondo della terapia anti-androgena include l'abolizione o l'aggiunta di anti-androgeni, estrogeni, inibitori della sintesi di ormoni steroidei e farmaci sperimentali. Nel è stato descritto il fenomeno della riduzione del PSA dopo il ritiro di flutamide. Questa scoperta ha un grande significato teorico e pratico. La remissione viene anche descritta quando bicalutamide e raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata vengono sospesi.

Oltre a quei casi in cui il livello di testosterone è superiore a quello gestazionale, è impossibile prevedere l'efficacia della terapia ormonale della seconda linea. Tuttavia, con la crescita del contenuto di PSA sullo sfondo della castrazione, la nomina di antiandrogeni, flumigamide o bicalutamide è efficace solo in una piccola parte dei pazienti. Nonostante la progressione dopo la castrazione, alcuni tumori rimangono dipendenti dai livelli di androgeno e un'ulteriore riduzione della loro concentrazione con adrenalectomia o farmaci che sopprimono la sintesi degli ormoni steroide a volte causa la remissione.

Le cellule tumorali contengono i recettori degli estrogeni. Negli esperimenti sugli animali, la castrazione ha dimostrato di migliorare la loro espressione. Esperimenti in vitro hanno dimostrato che gli estrogeni possono stimolare i recettori degli androgeni mutanti isolati da tumori resistenti alla terapia anti-androgena. I casi di remissione sono descritti sullo sfondo di alte dosi di estrogeni. La loro azione è associata a una violazione della mitosi e ad un effetto citotossico diretto, probabilmente dovuto all'induzione dell'apoptosi.

Per raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata complicazioni con metastasi ossee, si raccomandano bifosfonati acido zoledronico. La terapia sintomatica introduzione di isotopi, radiazioni remote, analgesici deve essere prescritta al primo verificarsi di dolore alle ossa. Tra i disturbi urinari dopo prostatectomia radicale, l'incontinenza urinaria è dominante. Secondo lo studio, Karakevich et al. A differenza della variante che preserva il nervo, l'applicazione della tradizionale tecnica RP raddoppia la durata del periodo di recupero della funzione dell'apparato dello raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata.

Un altro fattore importante che influenza la frequenza dell'incontinenza urinaria è l'età del paziente. È importante notare che l'incontinenza più lunga si osserva nei pazienti che hanno notato una tale sintomatologia prima dell'operazione.

L'impotenza disfunzione erettile è una frequente complicazione della RP, che influisce significativamente sulla qualità della vita dei pazienti. La stragrande maggioranza dei pazienti affronta questo problema nei primi mesi dopo l'operazione. Il successivo ripristino raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata funzione sessuale normale è variabile e dipende dalla presenza di disfunzione sessuale prima dell'intervento chirurgico, stato ormonale, utilizzare procedure prostatectomia radicale nerve sparing.

Grafico miglioramento di erezione giustificata attraverso l'uso di farmaci: pastiglie fosfodiesterasi-5 inibitori, supposte uretrali, iniezione intracavernosa di farmaci prostaglandina, e l'uso di dispositivi di vuoto, metodo molto efficiente per correggere la disfunzione erettile è considerato endoprotesi pene.

Purtroppo, la maggior parte degli uomini di età compresa tra 65 anni e più non è completa auto-recupero della funzione erettile rispetto al livello pre-operatoria, ma un numero significativo di pazienti di adattarsi o superiore mezzi sono utilizzati per ottenere un soddisfacente livello di attività sessuale. I pazienti più giovani anni dopo aver eseguito RP con parsimonia nervosa hanno molte più probabilità di avere un rapporto sessuale completo senza utilizzare alcuna terapia aggiuntiva.

Talcott et al. La pratica dimostra che i disturbi sessuali offrono ai pazienti un disagio significativamente inferiore rispetto ai disturbi della minzione. Questo fatto deve essere preso in considerazione quando si sceglie un metodo di trattamento. Nella letteratura moderna, molta attenzione è rivolta al problema della qualità della vita nei pazienti con cancro alla prostata PCa dopo il completamento del trattamento. Tutti i moderni metodi di cura del cancro alla prostata comportano complicanze serie e prolungate, mentre è impossibile individuare il metodo più efficace tra gli altri.

Per la maggior parte dei tumori, il tasso di sopravvivenza a 5 anni spesso funge da indicatore di cura, mentre la mortalità da PCa localizzata nei primi 5 anni, al contrario, è un fenomeno raro. Pertanto, un'aspettativa di vita significativa determina la necessità di tenere conto dell'opinione del paziente nella scelta delle tattiche terapeutiche e le conseguenze del trattamento non dovrebbero essere più pesanti raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata stessa malattia.

In connessione con questo, sempre più attenzione negli ultimi anni è stata pagata non solo per l'efficacia del metodo di trattamento, ma anche per la sua influenza sulla qualità della vita del paziente.

Alcuni regimi chemioterapici hanno dimostrato efficacia nel raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata alla prostata, che è resistente alla terapia ormonale. Gli effetti collaterali in tutti e tre i gruppi erano simili, ma raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata qualità della vita rispetto a docetaxel era significativamente più alta. La riduzione del dolore in entrambi i gruppi era la stessa, ma gli effetti collaterali sullo sfondo di docetaxel apparivano significativamente raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata spesso.

Il momento ottimale per iniziare la chemioterapia è sconosciuto, dal momento che la sua efficacia a un solo aumento del livello di PSA sullo sfondo della terapia ormonale non è stata studiata.

Molta attenzione viene prestata alla combinazione di mitoxantrone con glucocorticoidi per il dolore osseo associato a metastasi. La frequenza della remissione, il tempo di progressione e la qualità della vita con l'aggiunta di mitoxantrone erano significativamente più alti. La frequenza delle remissioni e la sopravvivenza mediana coincidono con quelli senza l'uso di mitoxantrone.

Sebbene nessuno di questi test mostrasse un aumento della sopravvivenza, raccomandazioni per i pazienti con cancro alla prostata connessione con la riduzione del dolore, la qualità della vita contro lo sfondo mitoxanthropico è stata significativamente migliorata. Gli studi randomizzati non sono stati condotti. Nonostante numerosi tentativi di utilizzare marker tissutali e sierici, il grado di differenziazione delle cellule tumorali e lo stadio della malattia sono considerati i fattori più importanti nella previsione della malattia tumorale.

Nei pazienti con un tumore altamente differenziato, si nota un'elevata sopravvivenza specifica del tumore. Nei pazienti con tumore di basso grado o con carcinoma prostatico localizzato con germinazione della capsula prostatica T 3la prognosi è estremamente sfavorevole. Next page. You are here Principale.