Il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi

Tumore alla Prostata la Risonanza Magnetica Multiparametrica nella diagnosi e trattamento

Massaggio prostatico 25 minuti

Tutti i contenuti di il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi [1], [2], ecc. Sono link cliccabili per questi studi. I pazienti con stadi clinicamente localizzati e localmente avanzati sono distribuiti in base al grado di rischio D'Amiko A V.

Et al. Dopo aver chiarito la diagnosi e stabilito la prevalenza del processo localizzato, localmente avanzato o generalizzatoil medico e il paziente affrontano una scelta di trattamento.

Nella società moderna, grande importanza è attribuita alla qualità della vita dei pazienti dopo l'inizio del trattamento. La qualità della vita senza trattamento corrisponde al decorso della malattia di base e dipende dalla progressione del processo oncologico.

Il cambiamento nella qualità della vita si verifica principalmente dopo l'inizio del trattamento e l'applicazione di uno dei metodi terapeutici o chirurgici. L'impostazione precisa della fase del processo consente non solo di scegliere il metodo ottimale di trattamento, ma anche di prevedere l'ulteriore decorso della malattia. La determinazione del livello di PSA in combinazione con il quadro clinico del cancro alla prostata e la gradazione del tumore Gleason aumenta significativamente il valore informativo di ciascuno di questi indicatori nello stabilire lo stadio patologico del cancro.

AV Partin et al. Se necessario, sono prescritti tomografia computerizzata TC o risonanza magnetica MPT e radiografia del torace. Qualsiasi tecnica di imaging è progettata per determinare lo stadio e valutare l'efficacia del trattamento.

Dopo aver verificato la diagnosi, l'urologo deve specificare il volume del tumore primario, i suoi limiti, il potenziale invasivo o metastatico del tumore. Tutti questi indicatori sono di grande importanza per la il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi della malattia e la scelta di un metodo di trattamento.

Prima di tutto, dovresti determinare se il tumore è legato alla ghiandola prostatica T o fuori dalla capsula T La ricerca di dito spesso non permette di valutare una prevalenza di un tumore. Tuttavia, un esame più dettagliato viene mostrato solo al momento di decidere sulla questione del trattamento radicale. La combinazione di livello di PSA, indice di Gleason e dati di palpazione consente di predire meglio lo stadio morfologico rispetto a ciascuno di questi parametri individualmente.

Il valore del PSA libero è discutibile: in uno studio, la determinazione del contenuto di PSA libero ha aiutato a chiarire lo stadio con tumori localizzati, ma altri il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi non lo hanno confermato. Solo studi approfonditi aiuteranno a risolvere questo problema. Per studiare la condizione della ghiandola prostatica, l'ecografia transrettale è più spesso utilizzata. Gli ultrasuoni indicano un processo meno comune. I segni ultrasonici della germinazione della capsula sono convessità, irregolarità il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi rottura del contorno della ghiandola.

L'invasione delle cellule tumorali in vescicole seminali è un segno prognostico scarso, ma le informazioni su di esso sono estremamente importanti per la scelta di un metodo di trattamento.

Quando TRUSI dovrebbe prestare attenzione all'ecostruttura delle bolle iperecogenoalla loro asimmetria, alla loro deformazione ed espansione. Inoltre, il danno delle vescicole seminali è indicato dalla perdita di rotondità e compattazione alla base della ghiandola. Questi segni sono piuttosto soggettivi, quindi è sconsigliabile basarsi interamente su questi dati ecografici. L'invasione delle vescicole seminali indica un alto rischio di recidiva locale e metastasi e una biopsia è indicata per la chiarificazione prima delle operazioni.

Non è necessario iniziare l'esame con questa procedura, ma se il rischio di invasione è elevato e la scelta del trattamento dipende dal risultato della biopsia, la sua attuazione è giustificata. Un risultato negativo non esclude l'invasione microscopica.

Il risultato è considerato positivo se almeno un campione bioptico dalla base della ghiandola prostatica contiene cellule tumorali. Per aumentare l'accuratezza della definizione clinica dello stadio, non solo gli studi aggiuntivi, ma anche un'analisi approfondita dei risultati della biopsia primaria consentono il ruolo e la quantità dei focolai tumorali, l'invasione della capsula svolgono un ruolo.

Il flusso di sangue nella ghiandola prostatica con il cancro è più alto che nella ghiandola normale o con la sua iperplasia. Dopo la castrazione, l'intensità del flusso sanguigno nella ghiandola si riduce. Lo sviluppo di mappe ecodopplerografiche per la diagnosi e il monitoraggio del PCa è promettente, ma al momento non ci sono dati affidabili sull'uso dell'eco-coplerografia nel determinare lo stadio del processo locale. È possibile utilizzare questo metodo per ottenere materiale aggiuntivo per la biopsia mirata dai fuochi della vascolarizzazione patologica.

I risultati della visualizzazione del cancro alla prostata dipendono direttamente dall'equipaggiamento tecnico della clinica e dall'esperienza di uno specialista. Questo è il motivo per cui tutti i moderni metodi di visualizzazione non sono un ruolo determinante, ma specificante, e la scelta di un metodo di trattamento si basa sul totale dei dati degli esami clinici e degli studi strumentali.

Le migliori opportunità per visualizzare la struttura della ghiandola prostatica è la risonanza magnetica. Moderno norma esame pelvico metodo MPT - applicazione sonda endorettale, consentendo di ottenere un'immagine con la più alta risoluzione spaziale possibile è 0, mm. Iniezione di aria in una sonda endorettale fornisce una chiara visualizzazione della capsula prostatica, e angoli rektoprostaticheskih rektoprostaticheskoy Denonvile fascia.

Applicazione della sonda endorettale durante l'imaging MRI non limita i linfonodi regionali fino alla biforcazione dell'aorta addominale. Il carcinoma della prostata è caratterizzato da una bassa intensità del segnale su immagini T pesate sullo sfondo di un segnale ad alta intensità dalla zona periferica invariata della ghiandola.

La forma irregolare, a distribuzione diffusa con effetto massa, indistinte e irregolari contorni - caratteristiche morfologiche foci intensità segnale basso nella zona periferica della prostata, indicativo di natura neoplastica della lesione.

Sotto le lesioni tumorali di contrasto dinamico di accumulare rapidamente mezzo di contrasto durante la fase arteriosa e eliminare rapidamente farmaco che riflette il grado di angiogenesi e quindi il grado di malignità del tumore. La bassa intensità di segnale è caratterizzato focolai postbiopsiynyh di emorragie, prostatite, zona benigna stromale prostatica benigna neutrale, cicatrici fibrose, iperplasia fibromuscolare, effetti della terapia ormonale o radioterapia.

La risonanza magnetica senza contrasto dinamico non consente di differenziare in modo affidabile la maggior parte dei cambiamenti e delle malattie elencati. Come notato sopra, uno dei compiti principali di qualsiasi metodo di visualizzazione nel carcinoma della prostata è la determinazione dell'estensione della lesione della ghiandola e la diffusione del tumore oltre la capsula.

Determinare il volume del tumore è importante in termini di prognosi. Il volume del tumore inferiore il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi 4 cm 3 indica metastasi distanti e 12 cm 3 - circa la probabilità estremamente alta di metastasi. Il vantaggio più importante dell'MPT endorettale è la capacità di determinare la posizione delle lesioni neoplastiche in aree non disponibili per altri metodi diagnostici e di chiarire la natura e la direzione della crescita del tumore.

Endorectal MPT permette la visualizzazione della capsula prostatica, fasci neurovascolari, vescicole seminali, prostata apice, periprostatichsskoe plesso venoso e determinare la prevalenza del tumore prostatico locale.

Va sottolineato che la penetrazione della capsula è considerata un segno microscopico, e anche i moderni dispositivi MRI bobina endorettale non sono in grado di fornire tali informazioni. È solo possibile ottenere dati sulla germinazione oltre la capsula della ghiandola. Si ritiene che l'invasione extracapsulare secondo la risonanza magnetica indichi l'inexpediaency del trattamento chirurgico e una prognosi sfavorevole della malattia.

L'ormonale o la radioterapia non influenzano l'accuratezza della rilevazione della proliferazione extracapsulare del tumore della prostata. La principale difficoltà nel rilevare focolai di cancro e diffusione del tumore extracapsulare è un'elevata variabilità nell'interpretazione dei tomogrammi da parte di specialisti diversi.

Il compito fondamentale dello specialista nella diagnostica delle radiazioni è di raggiungere un'elevata specificità diagnostica anche a scapito della sensibilità al fine di non privare i pazienti operabili della possibilità di un trattamento radicale. La somiglianza della densità di cancro, iperplasia e tessuto prostatico il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi in Il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi rende questo metodo di scarso utilizzo per valutare la prevalenza locale del tumore.

La germinazione nelle vescicole seminali è più importante il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi germinazione in capsule, ma in questo caso, la TC fornisce anche informazioni solo quando il processo è iniziato. Tuttavia, questo metodo viene utilizzato attivamente per contrassegnare l'area di esposizione alla radioterapia. Lento sviluppo della diagnostica a raggi X nel nostro paese ha portato alla diagnosi tardiva di cancro alla prostata e, quindi, insufficiente per la prevalenza di metodi radicali di trattamento del cancro alla prostata ad esempio, la prostatectomiascarsa disponibilità di scanner moderni e la mancanza di adeguati programmi di formazione per i professionisti radiologi e urologi.

Nonostante il fatto che TC e RM sono ormai diffusa, il livello di armadi e l'istruzione in professionisti di diagnostica per immagini non è sufficiente a garantire che le informazioni ricevute è stato decisivo nella scelta di un metodo di trattamento dei pazienti con carcinoma della prostata.

Valutare i linfonodi regionali dovrebbe essere solo nei casi in cui colpisce direttamente la tattica terapeutica di solito quando si pianifica un trattamento radicale.

Un alto il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi di tumori di PSA, T 2c-T3abassa differenziazione e invasione perineurale sono associati ad un alto rischio di metastasi ai linfonodi. La valutazione dello stato dei linfonodi in base al livello di PSA è considerata insufficiente. Le informazioni necessarie sono fornite solo da linfoadenectomia aperta o laparoscopica.

Recenti studi di linfadenectomia allargata hanno dimostrato che il cancro alla prostata non influenza sempre i linfonodi. Come metodi di rilevamento metastasi ai linfonodi consiglia l'uso della tomografia ad emissione di positroni PET e scintigrafia con anticorpi marcati, ma il loro uso è ancora limitato a causa della sensibilità insufficiente.

Per valutare il rischio di linfonodi regionali, è possibile utilizzare i nomogrammi di Partin Nomogrammi - Algoritmi matematici che vengono utilizzati per un particolare paziente o per un gruppo di pazienti.

Queste tabelle permettono di determinare la probabilità di diffusione locale del tumore sulla capsula, vescicole seminali e linfonodo riferimento allo stadio clinico, livello di PSA e l'indice di Gleason.

L'esame aggiuntivo in questi casi non è richiesto. Le metastasi ossee derivano dall'ingresso di cellule tumorali con flusso di sangue nel midollo osseo, che porta alla crescita del tumore e alla lisi delle strutture ossee. La prevalenza delle metastasi ossee influenza la prognosi e la loro diagnosi precoce avverte il medico delle possibili complicanze.

Determinazione dell'attività della fosfatasi alcalina e il livello di PSA nella stragrande maggioranza dei casi consente di rilevare metastasi ossee. Data l'analisi multivariata, questi indicatori sono influenzati solo dal numero di metastasi nell'osso. È importante che l'attività dell'osso isoenzima dell'APF rifletta il grado di danno osseo in modo più accurato rispetto al livello di PSA.

Il metodo più sensibile di rilevazione delle metastasi nell'osso è considerato la scintigrafia superiore alla radiografia e alla determinazione dell'attività della fosfatasi alcalina e acida. Come radiofarmaco, è meglio usare difenfonati di tecnezio, il cui accumulo nelle ossa è molto più attivo che nei tessuti molli.

Una correlazione è mostrata tra una stima semiquantitativa della lesione ossea e la sopravvivenza. La rilevazione di metastasi il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi distanza è possibile in qualsiasi organo. Più spesso si presentano in linfonodi non regionali, polmoni, fegato, il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi e pelle. Con i reclami e i sintomi appropriati per il loro rilevamento, vengono usati raggi X del torace, ultrasuoni, TC e RM. Le tattiche per le sospette metastasi ossee sono presentate nel diagramma.

L'indicatore di laboratorio più affidabile che aiuta a determinare il grado di metastasi è il livello di PSA. La determinazione del livello di PSA riduce il numero di pazienti che necessitano di scintigrafia ossea. La il cancro alla prostata TRUS al momento della diagnosi di rilevare metastasi nell'osso con una diminuzione del livello di PSA è molto bassa.

Allo stesso tempo, con tumori di basso grado e germogliamento della capsula, viene mostrata la scintigrafia indipendentemente dal livello di PSA. Next page. You are here Principale. Cancro oncologia. Esperto medico dell'articolo. Urologo, oncourologist, oncosurgeon.

Nuove pubblicazioni Tè blu: benefici e danni, controindicazioni. Un pugno nell'occhio per un uomo.